È bastato un tweet di Donald Trump che ha riaperto le tensioni commerciali tra Usa e Cina per spegnere l’entusiasmo e le grandi performance del primo quadrimestre dell’anno. L’ormai scontato stop all’aumento dei tassi di interesse in America e in Europa almeno per tutto il 2019 e così anche il supporto delle banche centrali, ma soprattutto l’apparente venir meno di alcune tensioni politiche e commerciali aveva dato la percezione agli investitori che nulla potesse andare storto. Il tweet di Trump ha riportato i mercati in un clima di volatilità e incertezza in una fase in cui i fondamentali macroeconomici, soprattutto per quanto riguarda la crescita, sono incerti. La market view di maggio di Raiffeisen Capital Management.

About the Author

Related Posts

I più recenti dati commerciali pubblicati dalla Cina a metà ottobre, sono stati inferiori alle...

Quest’anno le azioni dei mercati emergenti sono rimaste nettamente dietro ai mercati azionari...

I prezzi delle obbligazioni sono aumentati nel recente passato, dato il cambio di rotta verso un...