La strategia della Commissione Europea  sulla finanza sostenibile prevede, tra le altre cose, di creare marchi Ue per i prodotti finanziari “green” e rivedere i requisiti prudenziali per le banche quando sostengono investimenti di questo tipo. Il piano parte dalla creazione di un linguaggio comune per la finanza sostenibile, ovvero un sistema unificato di classificazione o “tassonomia” per definire ciò che è sostenibile e identificare gli ambiti in cui gli investimenti sostenibili possono incidere maggiormente.

Per saperne di più su come si muove la regolamentazione europea in tema di investimenti sostenibili un punto i riferimento è il blog Mondosri dove si possono reperire i documenti più aggiornati. Ecco il Report 2018 sul finanza sostenibile della Commissione europea. E restare sempre aggiornati, Raiffaisen Capital Management organizza un appuntamento di formazione sulla finanza sostenibile riservato a investitori istituzionali, private banker, consulenti finanziari e operatori bancari. Scopri la tappa più vicina a te e come partecipare.

Diritto d’autore:unsplash-logoGemma Evans

About the Author

Related Posts

Dopo il Green Deal lanciato nelle scorse settimane dalla Commissione europea, anche la Banca...

L’approvazione del Green Deal, il piano di finanza sostenibile con cui l’Unione europea prevede di...

Arriva a quasi un anno dall’inizio dei lavori è arrivato il primo ok dell’Unione europea alle regole...